Una come lei

Archivio di poesia per il futuro.

Dove

online

Una come lei è il titolo di una poesia di Anne Sexton. La poeta unì l’urgenza di comunicare all’esigenza di nominare un problema taciuto: la condizione naturale e innaturale di una soggettività femminile che cercava spazio e parola all’interno della società, in cui pubblico e privato erano inconciliabili, e si era quello che si sarebbe dovute essere.

L’idea sviluppata nelle prime due edizioni [2018, 2019] da Anna Franceschini Roberta Sireno, curatrici della rassegna assieme alla Biblioteca Italiana delle Donne, è stata quella di creare uno spazio da costruire nel tempo: un luogo raccolto, esclusivo ed inclusivo, che contenga riflessioni nate da incontri e avvicinamenti sulla poesia e sul fare poesia.

Nel 2020 il percorso che era stato immaginato e organizzato non ha potuto prendere forma per il sopraggiungere di una situazione inedita, che tuttora ci vede coinvolt* e che sta portando a mutamenti non voluti, ai quali abbiamo dovuto abituarci, nelle possibilità di relazione e incontro. A partire dalla pandemia sono cambiati gli aspetti relazionali, gli incontri e gli scambi determinanti nella nostra idea progettuale che pone, nel confronto e nell’importanza della parola vissuta tra i corpi e le esperienze, la propria base. Nulla è cambiato dalla nostra idea di partenza, che vedeva il processo creativo come strumento forte di condivisione e affermazione, attraverso le esperienze consolidate di autrici che hanno reso salde ed efficaci le proprie parole.

Quest’anno l’intento è quello di creare una sorta di archivio: uno spazio digitale nel quale poter ascoltare, leggere e approfondire alcune delle poete più interessanti del panorama nazionale, partendo proprio dalle autrici invitate a partecipare nell’edizione del 2020, che non ha avuto inizio e non si è conclusa. Questo tempo sarà dedicato a loro per ringraziarle di quanto hanno scritto, rendendole parte di un progetto ampio che può durare nel tempo, dare loro un luogo dove possano esserci con le proprie opere, e permettere a tutt* di conoscerle in previsione di eventi futuri, che le vedranno coinvolte all’interno degli spazi della Biblioteca delle Donne.

Archivio di poesia per il futuro è il nostro sottotitolo di quest’anno perché vogliamo “dare spazio nel tempo”, utilizzare il web come risorsa importante per approfondire, condividere, ricercare in una prospettiva futura, che possa prepararci a occupare nuovamente i luoghi a noi cari con rinnovata energia e consapevolezza. Crediamo che la parola si alimenti nel confronto, che l’affermazione e la conferma altra da noi faccia diventare parola la parola detta. Sembra un gioco, ma sappiamo di essere quando troviamo le parole per definirci. Dobbiamo, per ora, rinunciare al confronto diretto e in presenza, ma vogliamo mantenere viva la parola, ritrovarla nelle diverse accezioni, conservarla, riportarla nel presente e poterla riscoprire nella scrittura. Ciascuna poeta presenterà, attraverso una video-lettura, i propri testi editi o inediti, accompagnati da una parola che appartenga alla propria poetica ed esperienza, un concetto portante nel quale si riconoscono e che hanno inseguito nel corso del loro lavoro poetico. La parola come parte di un linguaggio conoscitivo e creativo.

L’Archivio di poesia per il futuro si creerà mensilmente, 7 appuntamenti per presentare 7 poete con una video-lettura accompagnata da una domanda, una “parola/concetto e dalla loro biobibliografia.

Dopo le prime edizioni che hanno visto protagoniste le poete Anna Maria Farabbi, Sartoria Utopia con Manuela Dago e Francesca Genti, Cristina Alziati, Chiara Di Monte, Chiara Calderone, Francesca Matteoni, Nadia Agustoni, Elisa Biagini, Ida Travi, Anna Toscano, Azzurra D’Agostino, Renata Morresi e Silvia Tripodi, per il 2021 sarà proposto un insieme differente di voci, con l’intento di presentare la complessità e la ricchezza della poesia.

Ospiti della quarta edizione digitale sono: Francesca Marica, Laura Di Corcia, Laura Liberale, Valentina Maini, Klaus Miser, Maria Grazia Calandrone, Alessandra Carnaroli.

Organizzatore
Info
Evento gratuito