copertina di TRAIETTORIE DI SGUARDI | 2022

TRAIETTORIE DI SGUARDI | 2022

sguardi, parole e storie differenti per raccontare i musei e le biblioteche di Bologna. Al via il percorso con protagonista Wissal Houbabi.

Scoprire, conoscere e raccontare musei e biblioteche della città e il patrimonio che custodiscono attraverso sguardi, parole e storie differenti per favorire il dialogo tra culture, decolonizzando saperi, memorie, immaginari. Partendo dalle opere presenti nei diversi musei cittadini, punte emblematiche della storia artistica e culturale dell’Occidente e dal vasto patrimonio documentale delle biblioteche comunali, l’intento è quello di decostruire, decolonizzare, integrare, favorire e tessere scambi e riflessioni tra la storia di queste opere/manufatti/patrimoni documentali e le ‘altre storie’, quelle che hanno coinvolto altri paesi e altre culture.

Il progetto Traiettorie di sguardi intende proporre ogni anno a un artista di adottare uno o più musei dell’Istituzione Bologna Musei e una biblioteca del Settore Biblioteche e Welfare culturale del Comune di Bologna e di fare da guida/conduttor* di un percorso laboratoriale gratuito all’interno del museo e della biblioteca che coinvolgerà, in via preferenziale ma non esclusiva, giovani under 35, persone e comunità diasporiche.

Grazie alle capacità de* artist* di intercettare, elaborare e raccontare le complessità e le differenze di storie, saperi e culture, l’intento è di proporre dei percorsi per coinvolgere le/i partecipanti in un processo di rielaborazione, arricchimento, co-creazione e trasformazione delle narrazioni del patrimonio artistico e documentale custodito nei musei e nelle biblioteche in racconti nuovi, più ampi, inclusivi e caleidoscopici, sensibilizzando le/i partecipanti nella condivisione di conoscenze, pratiche e valori, favorendo una più ampia consapevolezza dei propri vissuti e delle proprie storie nel contesto di una società interculturale e una maggiore familiarità con questi luoghi culturali, agevolando lo scambio e la mediazione culturale con la comunità di riferimento.

Dopo la prima edizione condotta da Nader Ghazvinizadeh, l’artista protagonista di questo secondo percorso è Wissal Houbabi - poeta performer, artista, scrittrice freelance. Voce/Silenzio è il titolo dei 4 incontri proposti per due musei, il Museo internazionale e biblioteca della musica e il MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna. L’obiettivo è di osservare i musei con sguardo critico a partire dalla questione della razzializzazione e della prospettiva eurocentrica e patriarcale con un'attenzione particolare sulla storia della musica e sulla ricerca della voce.

Il percorso è articolato in diverse tappe suddivise tra seminari gratuiti aperti a tutt* dedicati alle tematiche del progetto con Viviana Gravano e Giulia Grechi, un Migrantour a cura di Next Generation Italy gli incontri/laboratori con Wissal Houbabi, visite alle collezioni e approfondimenti su alcune opere, momenti dedicati a lettura, osservazione, analisi/riflessioni, pratiche di scrittura. A luglio è prevista la presentazione della fanzine del progetto che raccoglie i diversi contributi elaborati dai/dalle partecipanti durante il percorso. La fanzine sarà disponibile nei musei per offrire suggestioni di lettura e punti di vista differenti ai futuri visitatori e visitatrici. Leggi tutto il programma

Gli incontri si svolgeranno in presenza al MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, al Museo internazionale e biblioteca della musica, alla mostra Schiavitù e tratta: vite spezzate tra Africa e Americhe presso la Sala d'Ercole di Palazzo d'Accursio e alla Biblioteca Cabral nel rispetto delle regole previste per la normativa Covid vigente. Ad accompagnare l'artista saranno sempre presenti i/le mediator* che stanno partecipando al progetto MIA – Musei Inclusivi e Aperti finanziato dal PON Metro 2014-2020. 

A partecipare al percorso saranno 12 persone interessate a seguire tutte le tappe del percorso - gratuito - in sintonia con gli intenti del progetto, selezionate tra le candidature che arriveranno a questo form entro il 20 aprile.

Le diverse tappe del percorso saranno raccontate attraverso l’account IG @PattoLetturaBO con il format #TraiettoriediSguardi che propone libri, letture e approfondimenti disponibili al prestito nelle Biblioteche di Bologna e/o in vendita nelle librerie. A partecipanti verranno proposte letture e richiesti consigli di lettura per favorire lo scambio e la conoscenza. Leggere, studiare, conoscere, osservare, farsi un’idea sono pratiche necessarie per affrontare la complessità del mondo con spirito critico.

Traiettorie di sguardi è un progetto promosso da Comune di Bologna - Settore Biblioteche e Welfare Culturale/Patto per la lettura di Bologna, Istituzione Bologna Musei nell'ambito di MIA – Musei Inclusivi e Aperti finanziato da PON Metro 2014-2020 e Area Nuove cittadinanze e quartieri/Centro Zonarelli, realizzato in collaborazione con Hayat Onlus, Next Generation Italy e Attitudes_spazio alle arti. 

contenuto inserito il 28 mar 2022 — ultimo aggiornamento il 2 mag 2022