I luoghi della lettura

Ress mi disse di entrare come se fossi la padrona del posto. Io lo feci, e mi concessero tutti i privilegi senza discutere. Così iniziai a leggere liberamente, a leggere tutti i libri che volevo in quella grande biblioteca, tutti quelli che c’erano se ci fossi riuscita. Leggere era la mia gioia. Era il cuore della mia libertà.

[cit. tratta da ‘Liberazione di una donna’ uno dei racconti presenti in ‘Ritrovato e perduto’ di Ursula K. Le Guin, Mondadori 2018]

A letto, in bus e in treno, in biblioteca, su una panchina del parco, sui gradini di San Petronio, al bar e in libreria e anche andando in bicicletta ascoltando le voci di chi legge un libro per noi: tanti sono i luoghi della lettura, difficile definirli perché è praticamente possibile #leggereovunque. 

Questa mappa presenta i luoghi “classici” della lettura in città - biblioteche e librerie in primis - assieme ad altri luoghi segnalati durante gli incontri del percorso partecipato all’interno dei Laboratori di Quartiere organizzati da Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con il Comune di Bologna. 

La mappa è costantemente in aggiornamento: segnalateci i vostri luoghi della lettura inviando una mail a pattoperlalettura@comune.bologna.it