Gianni Rodari

ovvero di fantasia, critica e speranza

Date passate

Dove

Porta Pratello Via Pietralata 58/a, Bologna

La Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, in collaborazione con Arci Bologna e all’interno del calendario di Bologna Estate 2020, invita a 3 dialoghi per ricordare il centenario della nascita di Gianni Rodari.

Lo scopo è quello di restituire un’immagine di Rodari come pensatore poliedrico, in nessun modo esauribile nella rappresentazione di autore per l’infanzia; come animatore culturale calato nelle contraddizioni che innervano la società a lui coeva; come intellettuale attento al proprio tempo e mosso da una profonda e radicale esigenza di comprendere, attraverso la fantasia, la complessità della realtà, per modificarla.

Gli incontri vedranno un dialogo tra relatori provenienti da ambiti disciplinari differenti e cercheranno di specificare l’impegno di Rodari a partire da tre macro-temi che attraversano la sua produzione.

Tutti e tre i dialoghi si terranno alle ore 18.00 presso il cortile di Porta Pratello (Via Pietralata 58/a).

Programma
Venerdì 3 luglio: Il senso dell’utopia.

Nel primo dialogo si analizzerà il ruolo giocato dai concetti di utopia e di speranza nella strutturazione della riflessione rodariana, sempre volta a portare la fantasia nei processi di trasformazione e mai “oltre” la realtà. Parteciperanno la storica Vanessa Roghi, autrice della biografia Lezioni di Fantastica. Storia di Gianni Rodari, lo scrittore Paolo Nori e Matteo Cavalleri per la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna.
(spostato all’Arena dle Sole causa maltempo)


Mercoledì 8 luglio: Bambine e bambini in equilibrio di genere.
Il dialogo si incentrerà sulle rappresentazioni delle bambine e dei bambini in Rodari, ovvero sulla narrazione e trasfigurazione letteraria dei generi nella sua opera. Parteciperanno Marzia Camarda, letterata e autrice di “Una savia bambina”. Gianni Rodari e i modelli femminili, la sociologa Rossella Ghigi, studiosa della costruzione sociale del genere, e Cristina Gamberi dell’Associazione Il progetto Alice, associazione di formazione ed educazione alle differenze aderente alla rete nazionale Educare alle differenze.
Cortile di via Pietralata -Via Pietralata 58/a

Settembre: Il valore politico della lingua
Il terzo dialogo previsto per il prossimo settembre verterà sul valore politico e pedagogico della lingua – intesa sia nella sua declinazione “grammaticale” sia “linguistica” – in Gramsci, Rodari e Carlo Pagliarini. Particolare attenzione verrà posta sulla declinazione fantastica della lingua e sul valore della parola come strumento di liberazione. Sarà questa l’occasione per presentare al pubblico l’archivio di Carlo Pagliarini, grande amico e collaboratore di Rodari, posseduto dalla Fondazione. Il programma è in corso di definizione.

 

Organizzatore