Freud e i suoi scrittori

il profondo delle emozioni, la razionalità dello scrivere, il sentire ebraico

Date passate

MEB-Museo ebraico di Bologna/IL RUGGIERO con la collaborazione di Goethe Zentrum Bologna

FREUD E I SUOI SCRITTORI: ZWEIG, SCHNITZLER, SVEVO, KAFKA

un progetto in cinque video-appuntamenti a cura e con Emanuela Marcante e Daniele Tonini

con la collaborazione di Caterina Quareni

Calendario: 

Le puntate saranno sempre disponibili a partire dal calendario indicato

Freud e i “suoi” scrittori è un percorso che parte dalla figura e dagli scritti di Sigmund
Freud per indagare, anche attraverso l’influenza più o meno diretta che ebbe sugli scrittori
contemporanei dell’impero asburgico, sulle inquietudini di un’epoca prossima al declino e
alla doppia catastrofe delle due guerre mondiali.
Gli scrittori in gioco sono Stefan Zweig, Arthur Schnitzler, Italo Svevo, Franz Kafka, ebrei come Freud e come gran parte dei protagonisti di quel mondo intellettuale “mitteleuropeo” che faceva idealmente perno su Vienna.
In cinque brevi puntate, ci affacceremo sulle profondità oceaniche della psiche, costantemente scandagliate dalla ricerca dell’uomo di scienza e dalla creatività dall’artista, e su un mondo letterario, simbolicamente rappresentato da quattro scrittori, notissimi ma sempre da riaprire, per vedere da vicino come la “malattia” della distruzione e dell’autodistruzione, la malattia di generazioni diverse dalle nostre - ma che con noi mantengono una linea continua - ritorni nell’esperienza di tutti e nella nostra storia. Per
ricordare che la repressione della coscienza di sé e della libertà, la mancanza di coraggio nel guardare (con gli occhi dell’analisi, della scienza, della poesia) ai nostri “mostri”, ne crei e ne liberi sempre di più spaventosi.

Organizzatore