vdvLEGGERE | Anna Maria Sarra

in occasione della partecipazione a Rocket Girls, qualche domanda su libri e letture a Anna Maria Sarra | luglio 2021

Che ruolo hanno libri e lettura per te, qual è il tuo rapporto con la parola scritta e le immagini e con l’oggetto libro/pubblicazione? 
I libri hanno avuto un ruolo fondamentale nella mia crescita. Da adolescente ne ero una divoratrice! La sera mi rintanavo nella mia cameretta e leggevo fino a notte fonda. Per essere una ragazzina avevo davvero gusti vastissimi: leggevo Harry Potter, mia mamma mi regalò il primo volume quando andavo in prima media (e chiaramente li ho letti tutti e sette!) ma anche Virginia Woolf… mi sono ripromessa di leggere nuovamente Gita al faro, ma devo ammettere di non aver ancora trovato la “giusta concentrazione” per farlo. Come nella vita o nella musica, mi approccio anche alla lettura con estrema curiosità. Ho sempre amato andare in libreria e comprare quello che mi ispirasse maggiormente: dai classici alle letture più leggere. Amo la carta stampata: anche per gli spartiti, Ho bisogno di scrivere, sottolineare, segnare..spiegazzare!

Quali sono i testi significativi nella tua formazione?
Se dovessi rispondere senza pensarci troppo direi L’Isola di Arturo di Elsa Morante, Il Gabbiano Jonathan livingstone di Bach, Una perfetta imperfezione di Osho, Carne di Ruth Ozeki, N.P. di Banana Yoshimoto, il Marinaio di Pessoa. Potrei elencarne tantissimi: ad ognuno di questi testi corrisponde un periodo importante o di transizione della mia vita. Adoro Daniel Pennac e Stefano Benni. La saga del signor Malaussène mi ha fatto compagnia durante notti insonni o viaggi interminabili.

Biblioteche, archivi, librerie, rete: dove cerchi parole e immagini, volumi e riviste, fumetti utili per le tue ricerche? 
Oggi sicuramente il primo canale di ricerca è il web, il più immediato, il più facile. Ho ripreso a studiare all'università ed ho riscoperto il piacere dello studio e di conseguenza delle biblioteche e degli archivi, luoghi sacri per la ricerca storico - musicologica.

Lettura come stimolo, approfondimento, per documentarsi, per distrarsi…? Tu come la pratichi?
Per anni la lettura è stata soprattutto compagnia. Adesso è distrazione ed evasione ma anche studio.

Quali sono le letture che hanno contribuito al tuo percorso artistico? Quali libri, riviste, fanzine, fumetti si accumulano sul tuo tavolo di lavoro? 
Non credo ci siano delle letture che abbiano indirizzato particolarmente il mio percorso artistico.Credo di essere l’artista e la persona che sono sicuramente grazie alla curiosità che in passato ho avuto nel voler leggere Un amore di Buzzati o Ragazzi di vita di Pasolini. La stessa curiosità che mi ha portato ad ascoltare La traviata cantata da Maria Callas quando avevo tredici anni.

Tieni dei libri, fumetti, riviste in casa? Se si, ci racconti brevemente come è o non è organizzata la tua libreria?
Certo che sì, ho diverse librerie in casa: una per gli spartiti che sono davvero numerosi per ovvie ragioni. Non sono particolarmente maniacale nella catalogazione. Chiaramente i romanzi di uno stesso scrittore sono riposti tutti assieme. Cerco sempre di ricreare una caos armonico, direi, nella vita!!!

Hai dei consigli di lettura da suggerire?
I miei romanzi preferiti...e non mi vergogno di dire che fra questi c’è anche Harry Potter :-)


Anna Maria Sarra sarà ospite a Rocket Girls a cura di Laura Gramuglia a Frida nel parco/NEU Radio, mercoledì 21 luglio ore 18.30. Dal 16 giugno al 28 luglio tutti i mercoledì, sette appuntamenti in diretta web dalle 18.30 e live dal chiosco azzurro della Montagnola. Anche per questo ciclo di incontri, un podcast sarà sempre disponibile al termine di ogni incontro su tutti i canali della rassegna. I libri consigliati dalle artiste sono disponibili al prestito presso le biblioteche cittadine e in vendita presso Libreria Trame Bologna.

Anna Maria Sarra si è diplomata al Conservatorio di musica di Matera, perfezionandosi in seguito alla Scuola dell’Opera Italiana di Bologna e all’Accademia di Santa Cecilia (Roma). Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, ha cantato in diverse produzioni, tra cui L’Italiana in Algeri (Elvira) al Comunale di Bologna. Ha collaborato con direttori quali: Stefano Ranzani, Claudio Scimone, Michele Mariotti, Gabriele Ferro, Jean-Christophe Spinosi, Jonathan Webb, Ottavio Dantone, Donato Renzetti e registi come Filippo Crivelli, Damiano Michieletto, Henning Brockhaus ed Emma Dante. Svolge un’intensa attività concertistica. Tra i suoi impegni recenti e futuri, segnaliamo Gloria di Poulenc a Bologna. Anna Maria Sala è anche attiva in Ginger O, progetto di divulgazione culturale realizzato da tre cantanti e una regista d’opera.


Puoi trovare fumetti/libri/letture segnalate da Anna Maria Sarra disponibili al prestito presso le biblioteche di Bologna, al prestito digitale su EmiLib/MedialibraryOnline e in vendita nelle librerie.