Paesi In Versi: aperta la call poetica

Dal 21 marzo al 18 aprile è possibile inviare una poesia sul tema della casa o della giustizia. Non un concorso letterario ma un invito alla condivisione interculturale

Paesi in Versi è un progetto di Hayat Onlus, in collaborazione con l’associazione Next
Generation Italy
, la rivista La Macchina Sognante | Contenitore di scritture dal mondo,
il Centro Amilcar Cabral e il Centro Interculturale Massimo Zonarelli.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna ed è realizzata grazie al supporto della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Paesi in Versi
ha come obiettivo favorire l’incontro e la conoscenza reciproca ​delle culture e delle persone (di origine straniera e non) residenti nel bolognese, attraverso la letteratura​ ​e in particolar modo ​la poesia​, in quanto strumento lirico di espressione di sé e del proprio paese.

A partire dal 21 marzo – giornata mondiale della poesia- e fino al 18 aprile è posibile partecipare alla call  poetica inviando una poesia sul tema della casa o della giustizia.

La call poetica di Paesi in Versi non è un concorso letterario ma un invito alla condivisione interculturale, nell’ambito della quale alcune opere saranno selezionate per ricevere una menzione speciale, da parte di un comitato di lettori e lettrici appartenenti alle associazioni e agli enti promotori del progetto.

Autori e autrici delle poesie selezionate potranno ricevere una menzione speciale, essere invitat* a una serata di reading poetici, partecipare ad un tour poetico per le strade di Bologna oppure comparire su delle cartoline illustrate che saranno diffuse in città.

La call è aperta a persone residenti o domiciliate a Bologna e provincia, che abbiano compiuto almeno 14 anni 

Paesi in Versi invita ed incoraggia in modo particolare la partecipazione di persone di origini diverse, nate in Italia o altrove, appartenenti anche ad altre culture.
Ogni scrittore può partecipare – da solo, in coppia o in gruppo – con una sola poesia e può indicare uno pseudonimo con cui firmare il suo componimento

Caratteristiche delle poesie 

Ciascun componimento non dovrà superare la lunghezza  di 40 versi e dovrà essere incentrato (a scelta del poeta) sul tema della casa oppure sul tema della giustizia.
Si invita ad inviare i componimenti nella propria lingua madre. Qualora questa non sia l’italiano, si richiede necessariamente l’invio di una propria traduzione a corredo della poesia
Insieme alla poesia, ogni partecipante deve  inviare anche una piccola biografia/presentazione di se stessi, di massimo 400 caratteri.
Verranno esclusi i contenuti offensivi, diffamatori o discriminatori,i contenuti a scopi commerciali, i contenuti già editi o le citazioni da libri.

Tutti i dettagli, scadenze e modalità di partecipazione sulle pagine dedicate di Hayat Onlus. 

Per tutti i dubbi, domande e curiosità, scrivere a  paesinversi@hay@hayatonlus

Accompagnano tutto il progetto i bellissimi disegni di Giulia Conoscenti

PPL.png
volantino_a5_retro.jpg
Locandina_LQ.png